Comune: ‘Il Teatro Lirico Sperimentale va tutelato e supportato. Subito un tavolo con Regione e Provincia’

Il Teatro Lirico Sperimentale è un’icona della cultura italiana, parte dell’identità stessa di Spoleto, un’istituzione di prestigio mondiale che va tutelata e supportata: questo il messaggio dell’Amministrazione comunale di Spoleto dopo la proclamazione dello stato di crisi del TLS.

Questa amministrazione ha sempre considerato il Teatro Lirico come parte integrante della ricchezza culturale di Spoleto, dimostrando il massimo interesse ed esercitando la più completa attenzione nei confronti dell’istituzione. Il Comune di Spoleto era presente, nella persona del proprio assessore al bilancio, anche in occasione dell’ultimo incontro a Perugia per affrontare la delicata situazione patrimoniale del Teatro Lirico, un incontro a cui i dirigenti della Regione non si sono presentati. Negli ultimi anni, il contributo dell’Amministrazione comunale nei confronti del Teatro Lirico Sperimentale è aumentato e oggi supera gli 83mila euro annuali tra quota associativa e un contributo straordinario aggiuntivo, una cifra comunque importante per un bilancio di una piccola città come Spoleto.

Ma di fronte a tale stato di cose il Comune di Spoleto ritiene necessario che sia aperto un tavolo di confronto in cui siano presenti tutti i soggetti, i Comuni e le istituzioni regionali per salvaguardare un patrimonio culturale di valore inestimabile e per scongiurare qualsiasi depauperamento dell’attività artistica e formativa del Teatro Lirico e dell’indotto professionale e occupazionale da questo generato. Invitiamo con forza la Regione e la Provincia a convocare quanto prima un tavolo aperto anche alle istituzioni e ai soggetti politici nazionali per affrontare le criticità e studiare tutte le possibili soluzioni. Il TLS è un’eccellenza assoluta del panorama artistico italiano, un punto di riferimento culturale che va difeso e sostenuto.

Pin It